Ultima modifica: 6 settembre 2014

La nostra storia

Le scuole Eugenia Ravascosono gestite dalla Congregazione delle Figlie dei Sacri Cuori di Gesù e di Maria. Questo ordine è stato fondato dalla beata Eugenia Ravasco di Genova.

Eugenia Ravasco

Eugenia Ravasco nacque a Milano da una famiglia benestante. Sua madre e suo padre morirono quando lei era ancora una bambina.

A 18 anni decise di diventare suora e di utilizzare il denaro che aveva ereditato per aprire scuole per le ragazze giovani e per le persone povere che non potevano permettersi un’istruzione.

Eugenia Ravasco

 

 

Dedicò gran parte della sua vita a formare gli insegnanti, perché credeva che “Finchè ci sono buoni insegnanti possiamo sperare in un futuro migliore“.

Era molto generosa e diede tutto ciò che poteva per i bisognosi, sostenendoli anche spiritualmente.

 

 

 

Al giorno d’oggi, l’ordine del Sacro Cuore è in tutto il mondo, soprattutto in quei paesi dove la povertà è un vero ostacolo all’istruzione. Qui le nostre suore lavorano molto duramente per istituire scuole basate sull’insegnamento della Madre Eugenia.

Alunne Ravasco Pescara

Le suore Ravasco sono arrivate ​​a Pescara nel 1921, quando la città era ancora piccola e con poche scuole. Grazie al loro duro lavoro è stato possibile costruire l’attuale edificio e aprire la scuola, per educare ragazze provenienti non solo da Pescara, ma da tutto l’Abruzzo e dalle regioni limitrofe.

 

Facciata dell'Istituto

L’Istituto Ravasco è presente in città da oltre 90 anni, rappresenta non solo un forte punto di riferimento cristiano, ma anche un luogo di alto profilo etico e morale riconosciuto dai cittadini di Pescara come una roccaforte di buoni principi e di formazione che aiuta i giovani e le persone a crescere nel miglior modo possibile.

 

 

ATTIVITA’ AGGIUNTIVE

Le attività controllate variano da classe a classe e possono essere attuate all’interno o all’esterno della scuola. Possono essere:

  • Scambi culturali e conferenze
  • Gite scolastiche
  • Visite guidate alle aziende, istituti e luoghi di interesse naturalistico e storico
  • Creazione di prodotti didattici: video, software, musica e mostre
  • Eventi Concorrenza e sportivi
  • Progetti pomeridiani (certificazioni di lingua Cervantes, Cambridge, lezioni di piano)