Ultima modifica: 16 marzo 2017

Diritti e doveri del rappresentante di classe

COSA FA UN RAPPRESENTANTE?

  • Propone iniziative volte a far incontrare ed aggregare i genitori della classe.
  • Sostiene tutte le iniziative della scuola in armonia con gli orientamenti propri, dell’Istituto e in collaborazione con gli altri rappresentanti.

DIRITTI E DOVERI DEL RAPPRESENTANTE DI CLASSE

I rappresentanti dei Genitori, MOTIVATI, COMPETENTI e DISPONIBILI, collaborano al buon andamento delle relazioni SCUOLA-FAMIGLIA.
I rappresentanti dei genitori al Consiglio di Classe, Interclasse o Intersezione vengono eletti, o riconfermati, una volta all’anno. Le elezioni vengono indette dal Dirigente Scolastico entro il 31 ottobre.
Sono previsti:

  • 2 rappresentanti di classe per ogni classe della Scuola per l’Infanzia,
  • 2 rappresentanti per ogni classe della Scuola Primaria.
  • 2 rappresentanti per la Scuola Secondaria di I° grado.

Una volta eletti, essi restano in carica un anno, cioè fino alle elezioni successive.
In caso di perdite dei requisiti di eleggibilità, il loro mandato scade il 31 agosto.
Il rappresentante di classe che decade (per perdita dei requisiti o dimissioni) viene sostituito dal Dirigente Scolastico con la nomina del primo genitore fra i non eletti della stessa classe.

Il rappresentante di classe HA IL DIRITTO di:

  • Essere informato delle riunioni del Consiglio d’Istituto.
  • Farsi portavoce di iniziative, proposte, necessità della propria classe.
  • Informare i genitori, mediante diffusione di relazioni, note, avvisi o altre modalità (ad esempio con email), previa autorizzazione del Dirigente Scolastico, circa gli sviluppi d’iniziative avviate o proposte dalla Direzione, dal Corpo Docente, dal Consiglio d’Istituto.
  • Ricevere le convocazioni alle riunioni.
  • Convocare l’Assemblea di Classe della classe che rappresenta qualora i genitori la richiedano. La convocazione dell’Assemblea, se questa viene tenuta nei locali della scuola, deve essere autorizzata dal Dirigente Scolastico con richiesta scritta in cui sia specificato l’ordine del giorno. Il rappresentante è tenuto a redigere un verbale.

Il rappresentante di classe NON HA IL DIRITTO di

  • Occuparsi di casi singoli.
  • Trattare argomenti di esclusiva competenza degli altri Organi Collegiali della Scuola (per esempio quelli inerenti la didattica o il metodo di insegnamento).

Il rappresentante di classe HA IL DOVERE di

  • Fare da tramite tra i genitori che rappresenta e l’istituzione scolastica.
  • Presenziare alle riunioni del Consiglio di Classe (o Interclasse o Intersezione) in cui è stato eletto.
  • Tenersi aggiornato circa la vita della scuola.
  • Informare i genitori che rappresenta sulle iniziative che li riguardano.
  • Comunicare il proprio recapito agli altri genitori della classe.

Il rappresentante di classe NON E’ OBBLIGATO a

  • Farsi promotore di collette.
  • Gestire un fondo cassa della classe.
  • Comprare autonomamente materiale necessario alla classe, alla scuola o alla didattica.

TUTTO E’ COMUNQUE DI AIUTO ALLA CLASSE PER IL MIGLIORE SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITA’ PER IL BENE DEGLI ALUNNI.

 

Visualizza / Scarica il documento (pdf, 500 KB)